domenica 13 dicembre 2009

Zuppa rustica di cicerchie e prosciutto

Zuppa di cicerchie e prosciutto

Tra poco comincerò a bombardarvi con le ricette natalizie ;) ... prima però una ricetta invernale di quelle che riscaldano corpo ed anima quando fuori fa una freddo cane.

No so se le cicerchie siano conosciute in tutta Italia... penso che siano pugliesi, mi corregano se dico cavolate :P, però in effetti io le trovo facilissimamente al mercato vicino a casa mia a Nerviano city ;) Hanno un sapore molto simile a quello del cecio però la loro delicatezza (come sapore perchè fisicamente sono veramente un legume rustico ed un tanto bruttino) li avvicina al fagiolo. Insomma un qualcosa di nuovo almeno per me! In Spagna si mangiavano tantissimissimo in guerra... del tipo "non c'è nient'altro da magnà" anche se poi si è scoperto che mangiate in grandi quantità (nel periodo di guerra potevano significare praticamente il 80% dell'alimentazione) causano delle malatie gravissime.

Io sono la prova che un piattino ogni tanto fa più che bene soprattutto ora che dovrebbe arrivare il freddo vero, il vento e la neve... aiuto!! Questa zuppa col prosciutto, il pane ed il marsala oltre ad essere una buona svuotafrigo fa resuscitare i morti :)

Ingredienti ad occhio per 2 persone:
Cicerchie o ceci 2 pugni
Prosciutto 50 gr in una fetta
Pane raffermo 1/2 bocconcino
Marsala qb
Alloro 1 foglia
Olio d'oliva qb
Peperoncino qb
Scalogno 1/2
Sedano 1/2 gambo
Carota 1/2

Preparazione:
1 Mettere in ammollo in abbondante acqua le cicerchie per 12 ore
2 Tagliare il prosciutto a dadini; in una pentola a pressione far soffrigere qualche 1/3 del prosciutto con un filo d'olio. Incorporare le cicerchie scolate, lo scalogno, l'alloro, il sedano e la carota. Coprire il tutto con abbondante acqua e far cuocere per 10 minuti da quando comincia ad uscire il vapore.
3 In una pentola far sofriggere il resto del prosciutto; bagnare con il marsala e far evaporare.
4 Tagliare il pane a quadretti ed incorporarli alla pentola.
5 Aprire la pentola a pressione, eliminare l'alloro, lo scalogno, la carota ed il sedano. Aggiungere le cicerchie insieme al brodo alla pentola con il prosciuto ed il pane.
6 Corregere di sale, insaporire con un po' di peperoncino e far cuocere il tutto per qualche minuto.
7 Servire molto caldo con un po' di pepe nero macinato al momento ed un filo d'olio evo.

18 commenti:

dada ha detto...

Questa zuppa ti consola sempre e la tua foto ha un che di rassicurante, bello bello!
Bacioni e buon inizio settimana

terry ha detto...

Adoro i legumi!!! ed adoro queste zuppe calde e confortanti!!!
buona davvero!

(mi fan ridere ogni tanto le parole che vengono fuori sul "verifica parola" qui sotto... oggi mi tocca "rospa".... A CHI????!!!!) ;-D

Barbara ha detto...

Ah, che bella ricetta! Purtroppo riesco a trovare le cicerchie solo da Castroni... e non è vicino per me... ma quando ci vado faccio la scorta!
Grazie per questo bel piatto!

Gloria ha detto...

Buona questa zuppa, ideale con questo freddo!

Saretta ha detto...

Io ne ho un bel pacco. acquistate sul sito di Ok Abruzzo..mi metterò all'opera viste le temperature di questi giorni!

cavoliamerenda ha detto...

E' uno dei pochi legumi che non ho ancora provato, visto che amo le zuppe non mi può mancare! Quando scendo a Roma la tengo in canna per una serata di quelle autentiche alla "that's amore"... =D

FrancescaV ha detto...

veramente semplice e immagino gustosa, la tua ricetta arriva proprio in tempo, visto un barattolo di cicerchie che mi guarda in dispensa da un po'. E hai ragione, secche son bruttine assai ;-)

Giò ha detto...

io le ho scoperte da poco e mi hanno subito conquistata.
perfette in questa zuppa calda e confortante

naima ha detto...

ciao molto stuzzicante e interessante questa ricetta
solo una domanda, le cicerchie non le conosco ma quando cuocio i ceci (previo ammollo di 12 ore e cotti con la penstola a pressione) impiegano 40 minuti!!
come devo regolarmi in questo caso?

Sandra ha detto...

lo sapevi che adoro le cicerchie, vero???
Anche io cerco di farne buon uso, ma di certo non ci ammaleremo per qualche etto di legume! :o))
deliziosa!

tartina ha detto...

erborina, che delizia!
io le cicerchie le amo, mentre mia mamma le detesta :| che dici, con questa ottima zuppa scendiamo al compromesso? :P

*

Jasmine ha detto...

Che ricetta interessante, e che bella foto.
Io sono sempre alla ricerca di ricette con legumi e simili, perchè sono vegetariana, quindi proverò senz'altro questa ricettina, omettendo il prosciutto o sostituendolo con qualcosa di alternativo.

Bel blog, tra parentesi!
J

miciapallina ha detto...

Erborina questa ricetta istiga al furto!
E io che sono in vena di furtococcolacompulsivo, non dovrò farmi istigare troppo...
Anzi, guarda, io le cicerchie me le compro stasera e questo fine setimana la provo la tua zuppa (mamma fratello e mici permettendo!)

nasinasi

Juls ha detto...

Perfetto, perfettissimo!
Le ho comprate in Umbria - pare siano un legume tipico anche lì - e stazionano in dispensa da un po'. Nelle vacanze di Natale mi faccio questa zuppa, non vedo l'ora!
Un abbraccio

Il gatto goloso ha detto...

Beh io le zuppe le amo alla follia, sarà che vivrei di verdure (e maiale :)) e in inverno non c'è nulla di meglio di una zuppa rustica e un bel bicchiere di vino rosso! :)

Erborina ha detto...

@naima
ciao!! scusa se non ho risposto prima però ultimamente sono un po' troppo di corsa!! ;)
E' vero i ceci ci mettono tantissimo a cuocere anche con la pentola a pressione. Io ho fatto cuocere le cicerchie per 15 minuti e secondo me era un po' troppo per quello ho scritto soltanto 10 minuti. Penso però che i tempi possano variare a seconda del tipo di pentola.
In ogni caso ci mettono molto di meno che i ceci ;)
bacio, a.
@tutti
grazie tante per i vostri commenti!! sono un po' persa tra lavoro e altro lavoro però vi leggo tutti!! :)

pinar ha detto...

o mamma! ho bisogno proprio di qualcosa del genere!
Pina

Sebastiano Landro ha detto...

Questa zuppa è un piatto caldo che si addice alle giornate fredde.